Notícia

Gossip Italiano

Un astronomo spiega l’anomalia magnetica registrata nel sud del Brasile

Publicado em 14 julho 2021

Por Colombano Russo

Il significato dell’anomalia magnetica del Sud Atlantico (Amas) rimane un mistero per la scienza. È una sorta di ritardo nella protezione magnetica della Terra situata sull’Oceano Atlantico meridionale, più specificamente nelle regioni meridionali e sudorientali del Brasile. La gamma si estende al continente africano.

Nel tentativo di comprendere questo fenomeno, gli esperti stanno studiando il campo magnetico del pianeta, che si crea nel nucleo di ferro liquido surriscaldato ad una profondità di almeno 3000 km. Il campo magnetico, una sorta di scudo protettivo contro le radiazioni cosmiche e il vento solare, deriva, tra gli altri fattori, dalle correnti elettriche nella regione.

Gli scienziati affermano che questo campo magnetico è dinamico. Modificando l’intensità della forza e la direzione, può generare effetti come Amas.

Secondo l’astronomo, il fenomeno Masma è noto dal 1958. Spiega che è il risultato di un errore nel campo magnetico terrestre, scoperto dal fisico James Van Allen.

“In questo guasto, abbiamo anche un difetto nello strato di ozono. Poco dopo la scoperta, la NASA ha deciso di indagare su questo difetto e il satellite Explorer è stato lanciato. Quindi l’esistenza di questo fenomeno è stata confermata”, afferma.

In effetti, l’astronomo nota che c’è un grande divario nel campo magnetico tra Blumenau e Gaspar. “Non solo nella fascia di Van Allen, nel campo magnetico terrestre, ma anche nell’esaurimento dello strato di ozono. Poiché il campo è più debole, finisce per perturbare le particelle di ozono”, dice.

Secondo de Sousa, durante l’inverno, quando la massa d’aria fredda, che si scontra con la massa d’aria calda proveniente dall’equatore, entra verso il Polo Sud, si verifica un’anomalia: l’anomalia aumenta.

“C’è vibrazione in questa regione, in parte dell’atmosfera. Si scopre che le particelle diventano più turbolente e c’è questa turbolenza, che chiamiamo anomalia. Ma questo è normale per il nostro pianeta e questo fallimento sta accadendo qui “. lui spiega.

L’astronomo dice che l’anomalia ha un’altezza da 20 a 23.500 km. Tuttavia, aggiunge che questo fenomeno si verifica a un’intensità inferiore. Utilizzando i satelliti, è possibile rilevare con maggiore precisione e recentemente è stato notato che l’anomalia ha oscillato.

Ha studiato le anomalie magnetiche nell’Atlantico meridionale

Amas è ancora oggetto di studio e monitoraggio da parte di agenzie spaziali, come ESA (Agenzia spaziale europea), NASA (agenzia spaziale statunitense) e anche dal Brasile, che con questa missione ha recentemente lanciato un nano-satellite, NanosatC-BR2.

Il dottore in fisica e ricercatore presso l’Osservatorio Nazionale, Marcel Nogueira, spiega che le agenzie spaziali vogliono capire questo fenomeno. Può danneggiare i satelliti che passano attraverso l’orbita terrestre.

“Perché le agenzie spaziali sono interessate a questa anomalia? Poiché questa regione ha un campo più debole, le particelle del vento solare entrano più facilmente in questa regione, il flusso di particelle cariche che attraversano quella regione è più intenso. Questo fa sì che i satelliti, quando passare attraverso questa regione A volte devi stare in standby e spegnere temporaneamente alcuni componenti per evitare di perdere un satellite o qualsiasi apparecchiatura che potrebbe bruciarsi. Perché la radiazione, in particolare gli elettroni, in questa regione è molto forte. Quindi è nel migliore interesse delle agenzie spaziali a monitorare costantemente lo sviluppo di questa anomalia, non soprattutto in questa fascia centrale”, spiega.

L’Agenzia spaziale europea ha già avvertito della graduale crescita di Amas tra il 1970 e il 2020. Secondo uno studio pubblicato nel 2020, il campo magnetico terrestre ha perso il 9% della sua forza negli ultimi 200 anni. L’impatto maggiore di questo è stato nell’area delle anomalie.

Gli effetti del fenomeno

Oltre al lavoro dei satelliti, gli specialisti avvertono che con una caduta da dietro ad un certo punto del pianeta, siamo più vulnerabili alle tempeste magnetiche che possono influenzare la vita tecnologica quotidiana sulla Terra.

Per Nogueira, la comprensione di queste caratteristiche può guidare le precauzioni per il blackout. Un esempio di questo è quello che è successo in Quebec, Canada, nel 1989, quando milioni di residenti sono rimasti senza elettricità e le trasmissioni radio sono state interrotte.

“Se le persone studiano le tempeste, siamo in grado di migliorare il nostro sistema di distribuzione dell’elettricità e, attraverso la protezione, evitare i blackout. Perché nella nostra vita di oggi, molto dipendente dalla tecnologia, qualsiasi tipo di blackout nel sistema elettrico, in qualsiasi paese, genera milioni o anche miliardi di dollari in perdite. È qualcosa di molto importante per le nostre vite tecnologiche”, afferma.

Studi in Brasile

In Brasile, oltre al nano-satellite lanciato nello spazio a marzo, in collaborazione con l’Agenzia spaziale russa, sono presenti anche due osservatori magnetici. Tra le altre missioni, si concentrano sulla risposta a domande su questa anomalia. Si trova a Vasoras, a Rio de Janeiro, e Tatoka, nella regione amazzonica. Entrambi fanno parte della rete globale di osservatori magnetici, Intermagnet.

Secondo Marcel Nogueira, le aziende che operano in Brasile sono molto moderne, nonostante il geomagnetismo sia una delle più antiche scienze umane. Dice che il lavoro sull’orbita del pianeta, svolto dai satelliti, e sulla Terra, dagli osservatori, sono complementari l’uno all’altro.

“Oltre ad essere una scienza molto antica, viene utilizzata nelle misurazioni correlate, per studiare i fenomeni geomagnetici e funge anche da fonte di calibrazione per i satelliti che effettuano le misurazioni. Sono metodi complementari”.

Sul mistero dell’anomalia magnetica nell’Oceano Atlantico meridionale, comunemente associata agli eventi del Triangolo delle Bermuda, Marcel preferisce dire che questo fenomeno è tecnicamente più impegnativo e che non ci sono conclusioni che indichino i pericoli dei flussi di raggi cosmici nella vita umana .

“Pioniere del caffè a misura di hipster. Creatore amichevole. Analista pluripremiato. Scrittore. Studioso di cibo. Drogato di televisione. Ninja di Internet.”