Notícia

Notizie Scientifiche (Itália)

Diete con meno calorie migliorano prestazioni delle cellule e prevengono malattie

Publicado em 13 fevereiro 2019

Un gruppo di scienziati dell’Università di San Paolo, Brasile, dimostra che diete con basso numero di calorie possono influenzare positivamente le prestazioni diverse cellule, cosa che a sua volta aiuta a prevenire determinate malattie.

La ricerca, presentata al congresso FAPESP Week di Londra, svoltosi dall’11 al 13 febbraio 2019, si è avvalsa di esperimenti condotti sui topi. Gli esperimenti hanno dimostrato che diete ipocaloriche aiutano a proteggere il cervello prevenendo la morte dei neuroni, cosa che tra l’altro porta a malattie come l’Alzheimer, il Parkinson, l’epilessia e l’accidente vascolare cerebrale (cerebral vascular accident, CVA).

I ricercatori hanno diviso i topi in due gruppi, uno alimentato con pasti meno calorici e l’altro alimentato con pasti caratterizzati da un maggior numero di calorie. Dopo 14 settimane, ai topi di tutti e due gruppi veniva somministrata un’iniezione con una sostanza atta a causare convulsioni, danni e morte dei neuroni.

I topi del gruppo alimentato senza restrizioni dietetiche erano caratterizzati da convulsioni mentre i topi dell’altro gruppo no.

Isolando gli organelli del cervello dei topi in vitro, i ricercatori hanno notato che l’assorbimento del calcio era maggiore nei mitocondri appartenenti al gruppo alimentato con un numero minore di calorie.

Un altro studio simile, effettuata anch’esso sui topi, ha poi dimostrato che la restrizione calorica era in grado di migliorare anche la risposta cellulare a livelli più elevati di glucosio nel sangue.

Si tratta di una nuova ricerca che mostra quanto le persone obese siano caratterizzate da rischi maggiori di contrarre vari tipi di malattie, come conferma Alicia Kowaltowski, ricercatrice impegnata in questi studi.

Fonti e approfondimenti

FAPESP | News | FAPESP Week London (IA)